Al Salone internazionale del libro un programma denso di novità progetti ambiziosi

Uno scenario imperdibile quello delle novità del Salone 2024, a cui hanno dato lustro molteplici istituzioni culturali, fondazioni con autorevoli progetti italiani nonché internazionali.
Innanzitutto per  questa XXXVI edizione è stata gradita la partecipazione al Lingotto, come da tradizione, dei candidati del Premio Strega Europeo. Trattasi di un premio prestigioso  , che sarà attribuito al Circolo dei lettori di Torino. Ebbene sì ,  con il Premio Strega Ragazze e Ragazzi, saranno rese note le terne finaliste delle categorie 6+, 8+, 11+ e al contempo saranno  presentati i finalisti con la proclamazione del vincitore della categoria “Migliore libro d’esordio”. Non poteva mancare , in quanto è alla sua seconda edizione  il Premio Strega Poesia, quest’anno con i dodici candidati. Infatti l’interesse vivo per la poesia e per i versi , è stato reso noto  anche per il 2024 dalla entusiasmante collaborazione della  Fondazione Pordenonelegge.it, in grado di favorire una serie di incontri tutti  dedicati alla poesia . Nella cornice più autentica si può cogliere nella Sala della Poesia quell’armonia proprio nello stand della Regione Friuli Venezia Giulia , in quanto capace di ospitare tantissimi lettori amanti della poesia e della cultura variegata “senza età “!
Di grande spicco si rileva il Premio FUORI! In quanto  unico in Italia , dedicato in modo dettagliato  alla letteratura e alla saggistica LGBT . Come è noto il presidente Angelo Pezzana unitamente a Guido Accornero, hanno rafforzato di contenuti e i programmi del Salone del Libro di Torino.
Non possiamo non citare la particolarità della
Sala della Montagna, dopo  il successo della scorsa edizione – quando per la prima volta il Salone ha dedicato un luogo specifico alla narrazione e alla cultura delle “Terre Alte” ! In effetti lo spazio realizzato  in virtù della partnership con il Trentino Marketing. Per meglio precisare ai lettori incuriositi , il  viaggio si realizza attraverso le montagne del mondo, traendo spunto dalle tradizioni e dalle sfide di un futuro ricco di contenuti ma pressoché complesso e poliedrico. Un viaggio di avventure con degli incontri culturali con gli stessi autori. Per quanto attiene alla programmazione scientifica della Sala della Montagna , essa è stata sin dall’inizio curata da MontagnaLibri, rassegna editoriale del Trento Film Festival, in collaborazione con il Premio ITAS del Libro di Montagna. Decisivo il contributo fattivo di tutte le Istituzioni culturali che hanno impreziosito ogni aspetto di conoscenza . Allo  stesso modo l’effettiva collaborazione con il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, ha consentito di ampliare il concetto di ideazione e di realizzazione . Tutto l’allestimento scenografico dell’Area Bookstock, studiato  sino alla programmazione di numerosi workshops e forme di incontri . Notevole altresì il supporto della Fondazione Merz, centro d’arte contemporanea torinese espressione di mostre, eventi e attività educative e formative di grande rilievo . Indimenticabile il ruolo dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, a cui partecipano  importanti protagonisti del cinema italiano nel palinsesto del Salone con tutte le novità sui film in programmazione .
L’intento è quello di supportare autori di lingua straniera, non solo tedesca , ma anche inglese, francese, olandese, polacca e spagnola, tramite il pieno contributo di Institut Français, Instituto Cervantes, Literature Ireland, Nederlands Letterenfonds Dutch Foundation for Literature e, al suo secondo Salone con uno stand, anche l’Istituto del Libro Polacco.
Inoltre, con Utravel, servizio che consente  ai giovani viaggiatori (età tra i 18-39 anni) che hanno fame di esplorare il mondo di arrivare con meno costi al salone di Torino ,  tramite hotel.salonelibro.it. Attraverso questo canale gli utenti potranno prenotare il loro soggiorno a Torino durante i giorni del Salone.
La presenza della IBBY Italia ( International Board on Book for Young people ) a supporto di una serie di incontri dedicati alla promozione di libri per bambini , costituisce un momento importante. Per rendere possibile l’evento tutto il Salone ha lavorato accanto a U.S.R. Piemonte ( Ufficio V Ambito Territoriale Torino) , TorinoReteLibri Piemonte e con il CRBS Coordinamento delle Reti di biblioteche scolastiche che ha reso ancor di più evidente la loro presenza .
Presenti le associazioni di categoria più rappresentative della filiera editoriale, che collaborano insieme al comitato d’indirizzo del Salone. Basti pensare ad ADEI (Associazione degli Editori Indipendenti) ,  AIB (Associazione Italiana Biblioteche) ,  AIE (Associazione Italiana Editori e ALI ) , Associazione Librai Italiani Confcommercio Imprese per l’Italia. Stupisce il famoso
TikTok che per il secondo anno consecutivo fa breccia sul Salone del Libro di Torino 2024 visto come official entertainment partner. Infatti tramite uno spazio dedicato in app , consente ad affermarsi per creator, editori, scrittori e appassionati, tra gli utenti amanti non solo dei libri , ma della loro produzione . E’ stato realizzato uno stand più grande rispetto al 2023, nell’Oval, che permette agli appassionati un’esperienza immersiva e dimensionale . La programmazione eventi in-app e dal vivo, valorizza  gli stessi libri . Per meglio precisare #BookTok, non è solo tendenza! Rappresenta la  trasformazione del mondo del libro sulla  cultura editoriale .
Decisivo anche quest’anno Main Media Partner. Innumerevoli le storie da raccontare presso il Salone Internazionale del Libro di Torino da alcuni protagonisti della programmazione con cui la  Rai segue la XXXVI edizione. Allo stato tutto è reso possibile tramite un fattivo contributo degli esperti del settore della comunicazione di tutte le reti tv e radio, delle testate giornalistiche, di RaiPlay e RaiPlaySound con quell’entusiasmo di rendere vivi ai lettori dei vissuti attraverso l’elaborazione di racconti vivaci che fanno vedere il mondo che ci circonda . L’espressione dei sentimenti che si colora di riflessioni emotive , che lascia il lettore con l’intento di approfondire sempre di più la lettura . Evidente quel rapporto autentico tra le pagine di un libro e il cuore di chi pulsa per mantenere in voga la passione per la cultura .
Avv.Patrizia Valeri

Redazione Star3000